I segni della Malattia di Azheimer

Si conoscono diverse forme di demenza, ma la più comune è la malattia di Alzheimer che prende il nome dall'Autore che per primo la descrisse nel 1907 in una donna di 52 anni affetta da una forma di degenerazione diffusa della corteccia cerebrale.

I primi segni della malattia sono facile distraibilità e semplici dimenticanze. Il quadro clinico successivo è contraddistinto da un deficit della memoria episodica. I pazienti dimenticano dove hanno messo oggetti di uso comune, perdono la strada in ambienti non familiari. Discretamente conservata risulta la capacità di ricordare fatti autobiografici del passato. In questa fase possono apparire i primi disturbi del linguaggio contrassegnati da difficoltà nel reperimento di vocaboli nel corso di una conversazione. Possono manifestarsi difficoltà di pianificazione di attività.
Nelle fasi successive vi è un accentuarsi del deficit della memoria episodica.
La malattia di Alzheimer, pur coinvolgendo tutte le funzioni cognitive, presenta quale aspetto principale compromissione delle funzioni mnesiche. Deficit di memoria sono presenti fin dalle fasi iniziali della malattia. La più compromessa rappresenta la componente episodica, altre componenti possono essere colpite in misura minore e in fasi avanzate della malattia.

Centro per la Memoria/Zentrum für das Gedächtnis, Via Dr. Josef Streiter/Doktor Streiter Gasse 17, 39100 Bolzano/Bozen. Resp. Dr. Nicola Palumbo - P.Iva: 03007960218

Free Joomla! templates by AgeThemes | Documentation